domenica 19 maggio 2013

Crostata di frutta fresca


Niente di nuovo sotto il sole! una crostata di frutta fresca in maggio è scontata come un bagno al mare sotto il sol leone!!! ma non ho resistito all'idea di mettere insieme tutti quei colori e quei sapori di primavera. Tanto poi la mangiamo subito e rimangono solo briciole.
Oggi è una domenica anomala, uno di quei giorni in cui vorrei (e dovrei) fare tante cose che durante la settimana proprio non riesco a fare e invece non concludo nulla. Sarà questo clima ventoso che mi confonde le idee, sarà la sensazione di leggerezza e inquietudine che avverto al pensiero che l'anno scolastico sta finendo anche quest'anno e che i miei ragazzi non li vedrò più. E non potrò sapere come procede la loro vita, come andranno le loro paure, le loro ansie di vivere e la fretta di crescere... tutto ciò mi rattrista perchè per un anno sono stati parte della mia giornata, della mia vita e poi all'improvviso tutto finisce per ricominciare daccapo a settembre, in una scuola nuova, con colleghi nuovi e allievi nuovi. Niente radici, niente certezze, nessuna base solida, solo una sensazione inconfondibile di precarietà non solo emotiva.
Ma questi sono solo pensieri di una domenica di metà maggio.

Per una crostata di 22 cm di diametro:
pasta frolla (ricetta di Luca Montersino per 1,080 kg)
500 g di farina 00 W180
200 g di zucchero a velo
300 di burro
80 g di tuorli
1 g di sale
1/2 bacca di vaniglia
buccia di limone biologico q.b.

Impastate la pasta frolla e lasciatela riposare in frigo per un'ora circa dopo di che stendetela di 3-4 mm e rivestite la tortiera per crostata. Cuocete in forno seguendo la 'cottura in bianco' con fagioli secchi o altri legumi a 180° per 20 minuti.

Preparate la crema pasticcera con le seguenti dosi (ricetta di L. Montersino):
200 g di latte intero fresco
50 g di panna fresca
75 g di tuorli
75 g di zucchero semolato
18 g di amido di mais
buccia di limone biologico

Mettete il latte intero unito alla panna in un pentolino con la buccia di limone tagliata a strisce grandi e portatelo a ebollizione; montate i tuorli con lo zucchero, aggiungete l'amido di mais e versate il tutto nel latte bollente a cui avrete tolto la buccia di limone. Lasciate che il latte torni a a bollore e fate cuocere per un minuto mescolando con una frusta. Trasportate la crema in un contenitore di ceramica o vetro dai bordi bassi, coprite con pellicola e mettete a raffreddare.

Mondate la frutta e tagliatela a fettine:
1 banana non troppo matura
1 arancia biologica
fragole
1 kiwi

Montaggio:
Riempite il guscio di pasta frolla con la crema pasticcera aiutandovi con un sac à poche, quindi decorate con la frutta disponendola come vi piace e infine lucidate la superficie con della gelatina di frutta aromatizzata al succo di arancia e limone (ho filtrato il succo di arancia e limone).


Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per aver lasciato un pensiero!