lunedì 24 giugno 2013

Dado granulare 100% verdure


Un giorno, per caso, ho letto una rivista in cui c'era un articolo su Lisa Casali e il suo interessante blog Ecocucina che raccontava di come farsi a casa il dado granulare con gli scarti delle verdure. La lettura mi ha incuriosito e così ho atteso i giorni assolati di giugno e ho provato a fare il mio dado granulare. Il sapore è davvero buono ma sopratutto il procedimento è semplicissimo. Il sole fa tutto il resto.
Una mia conoscente ne ha voluto subito la ricetta per farlo alle sue bambine. Una volta fatto il dado si conserva in barattoli di vetro a chiusura ermetica fino a sei mesi, se invece riuscite a metterlo sottovuoto dura anche un anno.

Per un vasetto da circa 250 ml occorrono:
1 carota grande
1 gamba di sedano con le foglie
1 cipolla
sale (la metà del peso delle verdure)

Lisa Casali suggerisce di utilizzare le bucce delle verdure che vi avanzano dopo averle pulite (bucce delle carote, delle cipolle, le foglie del sedano) ma siccome non ne avevo così tante ho usato le verdure intere. Pulite la carota, la cipolla e il sedano mondandoli e tagliateli a pezzi grossolani. Poneteli in una pentola con il sale, che deve essere la metà del peso delle verdure. Accendete il fuoco e lasciate cuocere fino a che si sarà asciugata tutta l'acqua prodotta dalle verdure. Io ho usato il sale grosso ma ha fatto fatica a sciogliersi, meglio quello fino.
Ora prendete una teglia e sistemateci le verdure stendendole bene e mettete al sole per due giorni. Le verdure devono essiccarsi del tutto. In alternativa potete metterle in forno a 75° per 6 ore.
Dopo di che passate al mixer le verdure disidratate e invasate. Il vostro dado granulare è pronto!

2 commenti:

  1. splendido questo post! grazie del suggerimento e complimenti per il blog :)

    RispondiElimina

Grazie per aver lasciato un pensiero!