mercoledì 26 giugno 2013

Torta di mele con uvetta


Questo post dovrebbe intitolarsi 'torta di mele e allagamenti' visto il nubifragio che si è abbattuto in città l'altro ieri e che ha completamente sommerso interi quartieri. Mi sono trovata improvvisamente circondata dall'acqua che usciva da tutti i punti e si accumulava ai bordi della strada... continuava a piovere incessantemente e a grandinare, tanto che ad un certo punto sembrava che stesse nevicando, il selciato era tutto bianco, il cielo plumbeo da farsi notte alle cinque del pomeriggio. Ma l'impresa più grande è stata recuperare l'auto e mettersi alla guida. Uscita di casa per andare ad un appuntamento con gonna bianca di cotone e ballerine rosa scamosciate, mi sono dovuta togliere le scarpe e immergere i piedi fino al polpaccio nell'acqua gelida mista a ghiaccio, ripetendomi 'non è possibile, non è possibile...'. Solo svoltando sulla strada principale mi sono resa conto di quanto avesse piovuto in nemmeno 40-50 minuti: l'acqua arrivava agli sportelli delle auto e sembrava di guidare nel mare: non si vedevano più marciapiedi e spartitraffico, il movimento dei mezzi generava delle onde di acqua mista a fango, il traffico era completamente in tilt, c'erano auto e mezzi più grandi fermi con le quattro frecce ovunque. L'elettricità è venuta a mancare e i semafori non funzionavano. Si sentivano solo le sirene di pompieri e autoambulanze. Ci ho messo un'ora a rientrare a casa e mi è andata bene: la mia auto non si è spenta ed è entrata solo un po' d'acqua dagli sportelli. Purtroppo a molte persone che conosco è andata peggio: cantine e garage allagati, supermercati e negozi chiusi, agricoltura devastata dalla violenta grandinata. E c'è stata anche una vittima. Sì, sicuramente la natura è in governabile, ma una città si può governare e lo si dovrebbe fare bene. Le fognature dovrebbero essere pulite regolarmente soprattutto durante i cambi di stagione, magari segnandolo nell'agenda della giunta come una priorità su tante altre cose che potrebbero venire dopo.

Questa è la seconda ricetta torta di mele che posto, dopo la quattro quarti ho preparato la classica torta di mele con l'aggiunta di uvetta.

Ingredienti:
3 mele Golden o Fuji
125 g di burro morbido
250 g di farina debole
150 ml di latte
150 g di zucchero semolato
3 uova
buccia di 1 limone
una manciata di uvetta ammollata
1 bustina di lievito per dolci vanigliato
zucchero di canna q.b.
una spolverata di cannella
un pizzico di sale

Mettete a mollo l'uvetta in acqua tiepida. Eliminate il torsolo alle mele e sbucciatele, tagliatele a fettine non troppo sottili e cospargetele con un po' di succo di limone. Fate ammorbidire il burro fuori dal frigorifero e montatelo insieme allo zucchero. Quando il composto sarà soffice aggiungete il sale e un uovo alla volta continuando a mescolare. Setacciate la farina con il lievito vanigliato e uniteli poco alla volta alla crema di burro e uova. Aggiungete piano piano anche il latte, l’uvetta strizzata e leggermente infarinata e infine la buccia grattugiata del limone. Continuate a mescolare fino a quando l’impasto sarà omogeneo e privo di grumi. Imburrate una teglia da forno da 24 cm di diametro e versate il composto, livellatelo con una spatola e appoggiatevi sopra le mele sbucciate e affettate. Cospargete con lo zucchero di canna e fate cuocere nel forno preriscaldato ad una temperatura di 180°, per circa 50-55 minuti. Verificate con uno spiedino di legno la cottura della torta di mele, dovrà uscire asciutto.

Varianti
Per esaltare ancora di più il sapore delle mele potete spolverarle con la cannella in polvere  prima di infornare.


3 commenti:

  1. la torta di mele è sempre buonissima!! ce ne sono mille varianti e tutte sono deliziose!!

    RispondiElimina
  2. Sì hai ragione Valentina! Ogni esperimento con la torta di mele riesce bene!

    RispondiElimina
  3. una torta con le mele è sempre buona! e questa lo è sicuramente!
    brava Pat un abbraccio a presto!!

    RispondiElimina

Grazie per aver lasciato un pensiero!