domenica 7 luglio 2013

Gelato senza gelatiera gusto 'malaga' rivisitato


Beh complicato per me che non ho la gelatiera fare un gelato artigianale in casa.... Tanti anni fa mia madre aveva trovato una ricetta di gelato fatto in casa su Guida cucina e ricordo che le era venuto davvero bene, ma chissà dov'è finita quella ricetta. Quelli sono ricordi ormai lontani di sapori che non rievoco più nemmeno tanto bene. Erano le estati degli anni '80, quando le gelaterie della riviera ancora non proponevano come oggi 150 gusti sul bancone della gelateria che solo a sceglierne tre ti viene l'imbarazzo e stai almeno 5 minuti lì a pensare cosa mettere insieme. Erano gli anni in cui si affacciava per la prima volta il gusto 'puffo', ve lo ricordate? carico di coloranti azzurri e di un sapore inesistente. Mi ricordo bambina curiosa di volerlo assaggiare a tutti i costi, poi ricordo anche la delusione quando ho realizzato che non sapeva di niente!
Ora però mi sembra che sia in atto la tendenza a tornare sui propri passi, infatti sempre più gelaterie artigianali stanno riducendo la scelta dei gusti concentrando invece l'attenzione sulle materie prime sempre più di qualità. Una settimana fa ha aperto proprio a due passi da casa mia una nuova gelateria che, con mia grande sorpresa, offre si e no 7-8 gusti specificando per ognuno i prodotti usati e la loro provenienza. Questo è molto importante, è un bel segnale di cura e attenzione. Un gelato oggi non si fa se non c'è la stagionalità della materia prima, e questo mi sta bene!
Ma tornando al 'mio' gelato, quello senza gelatiera perché non ce l'ho, mi è stato ispirato da Nigella Lawson, sì sì proprio lei, non ridete. Per caso (nel senso che l'ho trovata per caso) in TV passavano la seconda puntata di Nigellissima dove la Lawson proponeva nel suo menu un dessert a base di gelato al caffé. Certo, nulla a che vedere con il gelato all'italiana, per carità non mettiamoli neanche a confronto, ma questo gelato somiglia in particolar modo a quello che tanti anni fa aveva fatto mia mamma. Così ho cercato in rete la ricetta perchè dall'inglesissima Nigella non ho recepito bene tutti gli ingredienti...eh eh eh mancanza mia l'inglese! Sono quindi molto grata a Crimini in cucina che ha pubblicato la ricetta per intero e al forum di Gennarino qui. Da qui sono partita per una variante (e ti pareva che io non cambiassi qualcosa) perché volevo ottenere il gusto malaga, ma senza uova era un po' difficile, quindi... ho creato la base che suggerisce Nigella e ho aggiunto uvetta passa ammollata nel rum e, per dare il colore giallo di crema tipico del malaga, ho messo una bustina di zafferano. E' venuto fuori un gelato molto delicato con un aroma al rum e profumo di zafferano. Un buon compromesso di sapori per una pausa fresca estiva.

Per circa 500 g di gelato
300 g di panna fresca da montare (cercate la marca con la più alta percentuale di grassi)
175 g di latte condensato zuccherato
2 cucchiai di rum
una manciata di uvetta passa ammollata nel rum
un pizzico di sale
una bustina di zafferano

Versate nella ciotola la panna, il latte, il sale e il rum e montate con la frusta fino a che il composto diventa soffice, ci vorranno circa 5 minuti. Fermate la frusta e aggiungete l'uvetta leggermente strizzata e lo zafferano e amalgamate con una spatola delicatamente. Versate il composto in un contenitore adatto al freezer e congelate per almeno 6 ore prima di consumare.

Con questa ricetta partecipo al contest Sapori d'Estate - Ricette senza cottura del blog Lamponi e Tulipani.


e al contest Dolci Freschi di Valeria del blog Vale Cucina e Fantasia.


24 commenti:

  1. Strepitoso gelato, Pat! Davvero una rinfrescante e golosissima idea!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  2. Grazie Maria Grazie, è facilissimo e da provare! una valida alternativa al classico (sempre delizioso) gelato italiano.

    RispondiElimina
  3. Ottima ricetta per chi come me, non ha ancora una gelatiera! ;)

    RispondiElimina
  4. concordo appieno sulla restrizione di gusti, decisamente troppi in alcune gelaterie, ma occhio vigile sulla qualità. Cosa non darei adesso per arraffare quella bella coppettina in foto ;-)

    un bacione e da oggi non ti "mollo più" ;-)

    RispondiElimina
  5. Gelato fantastico! adoro questo gusto!!
    ti ringrazio per la ricetta e un bacione :)

    RispondiElimina
  6. Farebbe la gioia del mio babbo, che adora il gusto malaga, ma, ormai, come hai detto tu, è difficile trovarlo...
    Sinceramente anch'io, sebbene non sia il vero gelato all'italiana, utilizzo sempre la base di Nigella, la trovo più comoda e si mantiene morbida a lungo.
    Splendide foto, il gelato per me rimane la bestia nera!!!

    RispondiElimina
  7. buongiorno cara, mi pare proprio che condividiamo più di una passione...oltre a quella di affondare le mani nella pasta, anche quella per il buon gelato :9 grazie per la tua visita! passo anche io molto volentieri da te
    p.s. ho da sempre adorato le tue foto!

    RispondiElimina
  8. che bel blog, complimenti ! Mi sono aggiunta volentieri ai tuoi sostenitori....

    RispondiElimina
  9. Adoro questo gusto é davvero delizioso e senza gelatiera direi che é venuto ugualmente spettacolare!! Bacioni, Imma

    RispondiElimina
  10. Ciao carissima, piacere di conoscerti, arrivo dal blog La Voglia Matta, Chiara ha fatto una bellissima descrizione di te e, incuriosita sono subito arrivata. Complimenti sia per la ricetta del gelato che per il blog!!!!! Neanch'io ho la gelatiera, ogni anno spero di comprarla ma.... mi sa che visti i risultati posso farne anche a meno!!!! Se ti va di ricambiare mi trovi sempre nella mia cucina su cocomerorosso.blogspot.it, a presto e complimenti ancora!!!!

    RispondiElimina
  11. Che bel gelato, ha un colore che è una meraviglia. Gelatiera o no un gelataio mi ha detto che l'uso del latte condensato nel gelato è adattissimo perchè aiuta a stabilizzarlo e ad evitare che si formini i fastidiosi cristallini di ghiaccio all'interno che ne rovinano la consistenza. È sempre una gioia ritrovare i sapori del cuore, regala una bellissima emozione. Un bacio

    RispondiElimina
  12. Ciao arrivo dal blog di Chiara...ma che bello qui!!! Mi piace il tuo stile e le tue foto...Questo gelato? Uno spettacolo!! Buona giornata!

    RispondiElimina
  13. Ps. Abbiamo creato un gruppo su Facebook delle food blogger dell'Emilia Romagna..fammi sapere il tuo nome e cognome se vuoi così ti unisco se non ci sei già! ;-)

    RispondiElimina
  14. Grazie a Chiara vengo a conoscerti e continuerò a seguirti grazie a bloglovin. Ti faccio tantissimi complimenti sia per il blog che per la ricetta, veramente interessanti. Se ti va di contraccambiare mi trovi su http://www.pastaenonsolo.it/
    Ti aspetto!!!! Buona giornata.

    RispondiElimina
  15. Grazie a tutte!
    @mariangela: passo subito a trovarti. grazie!
    @colombina: sì la funzione del latte condensato è proprio per mantenere la cremosità! grazie cara e benvenuta.

    RispondiElimina
  16. @chiara: grazie!
    @giovanna: vengo subito a trovarti! grazie per essere passata!

    RispondiElimina
  17. Che meraviglia.. lo sapevo che grazie a Chiara avrei conosciuto un'artista. Sono molto legata sentimentalmente al gusto malaga. Mi ricorda un angelo. Ti abbraccio e complimenti di cuore! <3

    RispondiElimina
  18. Ciao Patrizia.. piacere di conoscerti.. arrivo direttamente dal blog di Chiara!!! Adoro i gelati.. ma son pigra e non ne faccio mai.. Il tuo deve essere buonissimo! Complimenti epr il tuo blog.. e le foto!!! baci

    RispondiElimina
  19. @ely: ciao! piacere anche mio di fare la tua conoscenza...grazie per i tuoi complimenti :-)
    @claudia: piacere mio claudia! non occorre fatica ci vuole davvero poco tempo, provaci! vedrai il risultato! un bacio

    RispondiElimina
  20. Sono vengo dal blog di Chiara. Questo gelato e buonissimo!

    RispondiElimina
  21. Questo gelato lo provo di sicuro!! Grazie!! Vengo dal blog di Chiara ed ora curioso un po' tra le pagine del tuo! A presto!

    RispondiElimina
  22. Ciao Patrizia, sono arrivata dal blog di Chiara. Complimenti per la bella ricetta che proverò al più presto e per il tuo splendido blog! Buona serata :)

    RispondiElimina
  23. Fatto! Ci è piaciuto molto... mi hanno chiesto il bis, tuttavia la prossima volta metterò una percentuale di latte perché lo preferisco più "leggero". Anche se il liquore aiuta a mantenerlo più morbido ho aggiunto l'addensante per gelati.
    Sto già valutando se acquistare il VOV oppure usare il liquore all'arancio per fare altre versioni... magari anche al caffè! Insomma, grazie per la ricetta :)

    RispondiElimina

Grazie per aver lasciato un pensiero!