sabato 26 ottobre 2013

ETRUSCHI


Non mi si vede molto sul blog ultimamente ma ve lo avevo anticipato. Con l'inizio della scuola le mie giornate sono diventate difficili, super impegnate e stancanti. Mi rimane poco tempo da dedicare a forni e fornelli... ahimé, con mio grande dispiacere! Ma cerco di trovare un piccolo spazietto solo per il blog e per chi mi legge! Anche quest'anno lavoro in un alberghiero dove già alle 8 di mattina salgono i fumi del soffritto e di sughi elaborati, vi assicuro a quell'ora davvero disgustanti.

Qualche giorno fa ho rifatto (è una ricetta che preparo spesso) gli Etruschi, tipici biscotti dolci e croccanti che si vendono qui a Rimini e che trovate anche nelle Marche e soprattutto in Toscana dove li fanno più piccoli, senza i semi d'anice e li chiamano cantucci. Andrebbero gustati intinti nel vino passito, magari un Albana DOC.
Sono molto facili e se trovate delle ottime mandorle (io ho usato quelle comprate a Galatina in Puglia) li troverete irresistibili. Provateli!


Ingredienti: 
450 g. di farina 00 debole
350 gr. di zucchero (mettelo tutto, o ne va della croccantezza)
2 uova intere 
3 tuorli 
1 bustina di lievito per dolci 
50 g. di burro fuso tiepido
un pizzico di sale
250 g. di mandorle sgusciate con la pelle
semi d'anice qb

Iniziate tostando leggermente le mandorle nel forno a 150°per 10 minuti.
Montare molto bene in planetaria le uova e i tuorli con lo zucchero (aggiungere alle uova un pizzico di sale) finché non diventano bianche, quindi aggiungete il burro fuso e tiepido. 
Continuate a lavorare aggiungendo man mano la farina setacciata con il lievito. Quando le uova e la farina si saranno ben amalgamati unite le mandorle e i semi d'anice mescolando con una spatola. Con le mani bagnate (perchè l'impasto è molto appiccicoso!) prelevate l'impasto e formate 3 o 4 filoncini larghi circa 3 dita e spessi 1 e disponeteli sulla placca del forno ricoperta di carta forno lasciando dello spazio tra l'uno e l'altro perchè cuocendo si allargheranno.
Cuocete in forno caldo a 180° per circa 30 minuti, i filoncini dovranno essere belli dorati e sodi.

Fateli raffreddare (altrimenti rischiate che si rompano tagliandoli) e tagliateli con un coltello affilato, magari leggermente di traverso, allo spessore di circa 1.5 cm. Ora disponeteli sulla teglia del forno e infornate di nuovo a circa 100° per circa 10 minuti, da una parte e l'altra, facendo attenzione a non lasciarli dorare dalla parte del taglio, altrimenti diventano troppo duri. Raffreddandosi diventeranno molto croccanti. 
Una volta freddi si conservano benissimo in scatole di latta. 

4 commenti:

  1. Perfetti bravissima !!!!
    Un abbraccio :-)))

    RispondiElimina
  2. Carissima Patti, ti capisco bene. Io mi sento come un criceto che corre all impazzata ..
    Però quando vengo qui da te , mi sento come rigenerata.. Questi etruschi si presentano così bene.
    Solo a vederli ci si ristora..
    Un abbraccio cara

    RispondiElimina
  3. bellissimi questi tuoi biscotti!! l'anice non lo amo ma per il resto li copierò di sicuro... cercavo giusto giusto una buona ricetta per fare dei simil cantucci! complimenti per tutto ! le tue ricette sono sempre perfette! un abbraccio e buon inizio di settimana sempre di corsa ;)

    RispondiElimina
  4. hai proprio ragione sono i nostri cantucci che noi prendiamo col vin santo ma anche con la crema di mascarpone gnammete!!! bellissima foto tesoro che esalta la bellezza di questi biscotti!!!

    RispondiElimina

Grazie per aver lasciato un pensiero!