domenica 10 novembre 2013

VELLUTATA DI ZUCCA 'PEPONA'


Oddio che stanchezza! Sì, mi rendo conto che non è affatto elegante iniziare un post lamentandosi, ma credetemi, sono sfinita! Ho terminato ora di confezionare 40 macarons che mi sono stati 'richiesti' e a certi ritmi non sono più abituata. Inoltre la giornata è quella che è, bruttina e piovosa e questo non aiuta i miei tanti 'dolori'. 
Ora sono qui di fonte al computer a scrivere e ad aspettare la burrasca di bora a 100 km orari prevista per questa sera... speriamo che sbagli strada! Insomma un vero piacere trascorrere la domenica così. Tant'è che sono anche molto dispiaciuta di non essere riuscita ad andare al corso organizzato a Parma da Valentina Venuti del blog Impastando si impara con il maestro Giorilli, ci tenevo tantissimo, ma il lavoro - la scuola per meglio dire - vengono prima di tutto. Uffa!!!

Adesso però vado a riposarmi, stesa sul divano a leggere un libro. Ma prima voglio proporvi questa semplicissima vellutata di zucca per riscaldare le vostre serate autunnali. A dir la verità non sarebbe neppure corretto chiamarla 'vellutata' dal momento che nella sua preparazione non c'è un roux, ma la sua consistenza è talmente vellutata, appunto, da definirla tale. 

Ingredienti per 4 persone:

600/700 g di zucca della varietà 'Pepona'*
1/2 cipolla bianca tagliata finissima
olio evo qb
acqua o brodo vegetale qb
sale
pepe
erba cipollina/ rosmarino

Tagliate la zucca a dadini eliminando la buccia. Sminuzzate la cipolla molto finemente e mettetela in una pentola dai bordi alti con un filo d'olio evo. Senza soffriggere la cipolla mettete anche la zucca in pentola, coprite di acqua fredda (o brodo vegetale se preferite un sapore più corposo), salate e pepate. Accendete il fuoco moderato e lasciate cuocere fino a che la zucca si sfalda, aggiungendo acqua o brodo se necessario.
Prima di servire passate con il mixer ad immersione per omogeneizzare la vellutata.
Servite in tazze da consommé con qualche crostino e un pizzico di rosmarino tritato o un filo di erba cipollina.

*è la varietà detta 'a turbante', conosciuta anche come zucca torta, dal frutto oblungo, arcuato, rigonfio alle estremità, è di colore verde scuro o arancione e ha la polpa dolce e tenera.

5 commenti:

  1. La parola "Pepona" mi fa ridere, mi fa pensare ad una signora che fa la cuoca ed è bravissima, non ad una zucca!
    :-)
    (che bella la foto! Amo quella cocotte azzurra poggiata sulla lana morbida)

    RispondiElimina
  2. Tesoro è il caso che ti risposi dopo 40 macarons...io sarei stressata per lo stress visto che io e i macarons non siamo molto amici, ogni volta mi viene un ansia..invece la vellutata è davvero una carezza per il palato!!Bacioni grandi,Imma

    RispondiElimina
  3. Zucca pepona?? hihihi che nome buffo.. per un piatto che adoro.. baci e buon lunedì ;-)

    RispondiElimina
  4. Ciao, t'invito alla mia nuova raccolta di ricette dolci e salte con il mandarino! :) http://lacucinadipaolabrunetti.blogspot.it/2013/11/partecipa-alla-nuova-raccolta-di_13.html

    RispondiElimina
  5. Francesca è vero AHAHAHHAHA..a me ad una specie di maga mago simpaticissima e bravissima in cucina...siamo li mi sembra....deve essere buonissima..e poi io adoro le creme di zucca in particolar modo!!!

    RispondiElimina

Grazie per aver lasciato un pensiero!